Pubblicato il: 12-06-2020

Piacere per piacersi.

Guida alla cura delle pelle in viaggio

di Samantha Clayton

Ti è mai capitato di salire in aereo con un aspetto favoloso e atterrare che sembri invecchiata di 10 anni? 

Non sei l’unica.

All’interno degli aerei il tasso di umidità è bassissimo e questo può portare a una rapida disidratazione della pelle. L’aria di ricircolo a bordo dell’aereo è secca e tende ad assorbire l’umidità, col risultato che spesso la pelle si disidrata. E se una pelle secca tende a disidratarsi ancora di più, la pelle grassa può diventare addirittura più oleosa! Sembra assurdo, ma è così. Quando la pelle perde sostanze idratanti, prova a compensare questa perdita producendo più sebo.

Cosa si può fare per ovviare a questo inconveniente? Leggi i miei consigli semplici ma essenziali per la cura della pelle durante i viaggi in aereo.

 

Proteggere la pelle a 10.000 m d’altezza

Prova a seguire questi semplici consigli di viaggio: la pelle sarà idratata, riposata e nessuno vedendoti immaginerà che sei reduce da tante ore di volo!

 

Porta con te tutto il necessario
Per prima cosa, informati bene su quello che è consentito portare a bordo. Non c’è niente di peggio che vedere i propri prodotti preferiti atterrare anzitempo in un cestino!

Metti in un astuccio trasparente con chiusura a zip tutto il necessario da viaggio: detergente idratante, crema idratante, crema per labbra, disinfettante per le mani e crema per le mani. In base alle direttive della FTA, è consentito portare non più di 100 ml di ogni prodotto. È importante che durante il viaggio tu abbia a portata di mano i tuoi prodotti per la pelle, perciò organizzati prima!

 

Viso acqua e sapone
Per il bene della tua pelle, considera la possibilità di non truccarti quando viaggi in aereo. Se proprio non vuoi rinunciarvi, accetta almeno qualche compromesso, evitando soprattutto fondotinta o cosmetici in polvere, perché contribuiscono a disidratare la pelle. Al contrario, non c’è nulla di male a mettere un po’ di mascara e un tocco di lucidalabbra.

Se sono truccata di tutto punto prima di prendere un aereo, vado nella toilette e pulisco velocemente il viso con un detergente idratante o delle salviette struccanti. È la cosa migliore per la pelle, soprattutto nei voli lunghi!

 

Non dimenticare la protezione solare
Sembra assurdo doversi preoccupare del sole quando si è in aereo, ma pensaci bene: durante il volo siamo vicini al sole più del solito e l’aria è più rarefatta. Inoltre i finestrini degli aerei non filtrano i raggi UV. Quindi, metti una crema idratante con SPF, abbassa la tendina e, se possibile, scegli un posto lontano dal finestrino.

 

Applica, applica e applica ancora
Assicurati di avere la crema idratante a portata di mano durante il volo e con questo intendo che devi tenere i prodotti vicino a te e non nel vano portaoggetti in alto. Più il viaggio è lungo e più spesso dovrai idratare: la pelle te ne sarà grata.

 

Mantieniti idratata e bevi
Ovviamente non parlo di alcolici! Lo so che per placare l’ansia per le turbolenze preferiresti un bicchiere (o due!) di vino, ma è con l’acqua che mantieni il corpo idratato durante il volo. L’esperta di nutrizione Susan Bowerman suggerisce di bere un bicchiere d’acqua per ogni ora di volo.

 

Benvenuta nel mondo della cura della pelle ad alta quota
Giunta a destinazione, pulisci bene il viso con un detergente o uno scrub delicato per eliminare le cellule morte e il sebo in eccesso accumulatisi durante il volo. Per ridare alla pelle tutto il suo naturale splendore, appena arrivata in albergo o a casa, idrata bene tutto il corpo.

 

Appunti di Bellezza

 

Cura della pelle per l’uomo: i dati di fatto

Non farti trarre in inganno: gli uomini devono avere cura della propria pelle tanto quanto le donne, se non addirittura di più. Ma uomini e donne hanno un tipo di pelle diversa con esigenze diverse.

Ecco qualche aspetto da tenere a mente nella scelta del regime di cura della pelle più adatto a te.

 

Pelle spessa o sottile?
Lo spessore della pelle di una persona dipende da molti fattori tra cui sesso, età e area del corpo. Ad esempio, la pelle sulle palpebre è molto sottile, mentre quella dei palmi delle mani è molto spessa. In media la pelle di 
un uomo è circa il 25% più spessa di quella di una donna. Ciò è dovuto principalmente al testosterone.

La pelle dell’uomo si assottiglia gradualmente con l’età, mentre lo spessore della pelle della donna rimane stabile fino ai 50 anni circa, dopo di che inizierà anch’essa ad assottigliarsi, specie dopo la menopausa. Essendo più spessa, la pelle maschile tende ad avere più elastina e collagene di quella femminile e quindi risulta più resistente ai segni dell’invecchiamento. Purtroppo le donne mostrano i segni dell’invecchiamento più velocemente degli uomini e sono molto più vulnerabili ai raggi UVA.


Unta o secca come il deserto?
Avendo la pelle più spessa, gli uomini hanno anche ghiandole che producono più sebo. La produzione di sebo nelle donne inizia a diminuire grosso modo 20 anni prima di quanto non accada agli uomini. Sono questi oli naturali che aiutano a proteggere la pelle e a mantenerla più morbida e liscia.

Se una donna può avere un problema maggiore di pelle secca, l’uomo tende ad avere pori più grandi e ad essere più soggetto a punti neri e punti bianchi. Inoltre nelle donne la secchezza cutanea aumenta durante la menopausa.

 

Ipersensibile o ultraresistente?
A causa della rasatura quotidiana, gli uomini sono più soggetti a irritazioni cutanee, peli incarniti e pelle sensibile. La rasatura rimuove il film idrolipidico sulla superficie della pelle, riducendo la lubrificazione naturale e la protezione.

Inoltre il rasoio può causare scalfitture e graffi che portano la pelle dell’uomo ad essere più sensibile e più facilmente irritabile di quella della donna.


Ruvida e irregolare o liscia come quella di un bambino?
Per quanto riguarda la texture della pelle, quella degli uomini è più ruvida soprattutto perché lo strato protettivo esterno è più spesso. Si aggiungano differenze ormonali, di produzione di sebo e sudore, barba e rasatura ed ecco spiegate le inevitabili differenze di consistenza.

Negli uomini l’acne tende a durare più a lungo, le irritazioni cutanee sono più frequenti e talvolta soffrono di una condizione detta rinofima, che riguarda solo gli uomini affetti da casi estremi di rosacea.

 

-------------------------------

Come deve essere un regime di cura della pelle maschile?

Usa un detergente viso
Forse sei abituato ad usare una normale saponetta, ma sappi che non è il massimo per la pelle. Le saponette contengono agenti detergenti e deodoranti aggressivi che non sono pensati per il viso e che potrebbero compromettere l’equilibrio del pH della pelle e privare quest’ultima di benefiche sostanze oleose naturali. Scegli un detergente viso adatto a rimuovere il sebo in eccesso, lo sporco, il sudore e che svolga una buona azione idratante. Prediligi formulazioni senza solfati o parabeni, ma che contengano vitamine antiossidanti e aloe vera per una maggiore idratazione.

Comincia a esfoliare
La pelle maschile è più spessa, il che rende necessaria l’esfoliazione, che può essere fatta con maggiore frequenza rispetto alle donne. Rimuovi regolarmente le cellule morte dell’epidermide: aiuta a liberare i pori e a ridurre la formazione di foruncoli e punti neri.

Non usare dopobarba
La maggior parte dei dopobarba contiene alcol, responsabile del bruciore che si avverte quando lo si applica. È giunto il momento di cestinare questi prodotti irritanti perché non fanno affatto bene alla pelle in quanto possono provocare l’accumulo di cellule morte, che è all’origine di peli incarniti e irritazioni. Scegli un tonico viso ricco di antiossidanti e senza alcol per lenire la pelle dopo la rasatura. Basta irritazioni e bruciori.

Applica una protezione solare
Applicare uno schermo solare tutti i giorni prima di uscire è particolarmente importante per gli uominiI rischi associati all’esposizione solare aumentano anche semplicemente portando il cane al parco, facendo del giardinaggio e persino guidando l’auto (i raggi solari attraversano il vetro). Per evitare la prematura comparsa dei segni dell’invecchiamento, gli uomini dovrebbero sempre usare una crema idratante con protezione SPF 30.

Testimonianze della community VIVI AL TOP

News foglia


Per offrirti una migliore esperienza questo sito utilizza cookie tecnici ed a fini statistici e di marketing.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per saperne di più e modificare le tue preferenze consulta la nostra cookie policy.

Modifica Chiudi e accetta