Pubblicato il: 10-07-2018

A volte diamo per scontato che qualcosa faccia bene o male, senza sapere davvero perché. Sentiamo dire spesso, sui social o nei media, che dovremmo sostituire lo zucchero tradizionale con qualche altro dolcificante, ma conosciamo il motivo di questa scelta?
Lo zucchero bianco, durante il processo di raffinazione che lo trasforma in quello che siamo abituati a vedere, passa per tutta una serie di processi, a cominciare da quello di depurazione con sostanze come l’anidride carbonica, l’acido solforoso, il successivo raffreddamento e la cristallizzazione, il filtraggio e la decolorazione con carbone animale e coloranti anche dannosi per l’organismo.
Per questo motivo, e per i possibili danni che può apportare all’intestino e al sistema nervoso, oltre che al metabolismo, è ormai sconsigliato l’utilizzo dello zucchero bianco, anche in virtù delle numerose alternative che offre il mercato e che sono facilmente reperibili in commercio.
Stiamo parlando ovviamente di dolcificanti naturali: teniamoci alla larga da quelli sintetici, uno su tutti l’aspartame.

Quali sono le migliori alternative allo zucchero?

Vediamo allora quali sono le migliori alternative allo zucchero, ovvero i dolcificanti naturali che contengono sostanze indispensabili per il nostro organismo. Ognuno con le proprie caratteristiche.

  • Lo zucchero di canna integrale ha un retrogusto simile alla liquirizia, è di colore marrone ed è granuloso. Si tratta in pratica dal primo zucchero estratto dalla pianta, ed è un alimento che presenta grandi proprietà nutritive. Per lo più viene prodotto in Brasile.
  • Il miele può sostituire lo zucchero per esempio nelle bevande calde, ma non nei dolci: la cottura rende amarognolo in suo retrogusto. Ha ottime proprietà nutritive e contiene saccarosio, glucosio, maltosio e destrosio.
  • Lo sciroppo d’acero viene estratto dall’omonima pianta e ha un caratteristico sapore molto dolce, oltre che ottime proprietà nutritive. Possiamo utilizzarlo sia per le bevande che per i dolci.
  • La melassa è un derivato della canna da zucchero e della barbabietola, quindi per natura un dolcificante assolutamente naturale: attenzione però, compriamo soltanto melassa biologica, altrimenti rischiamo di trovare sostanze chimiche residuali dell’estrazione dello zucchero.
  • Lo sciroppo di mele è di difficile reperimento, ma è un ottimo dolcificante che contiene vitamine e sali minerali, oltre a essere facilmente digeribile.
  • Il succo d’uva, che si ottiene mediante la spremitura e bollitura degli acini, è di solito mischiato a chiodi di garofano, limone e cannella. Ha per questo un suo sapore, intenso e caratteristico, non adatto a tutti i palati.

Potremmo citare molti altri dolcificanti naturali, più o meno reperibili in commercio, ma una cosa è certa: non mancano le alternative allo zucchero!

Testimonianze della community VIVI AL TOP

News foglia


Per offrirti una migliore esperienza questo sito utilizza cookie tecnici ed a fini statistici e di marketing.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per saperne di più e modificare le tue preferenze consulta la nostra cookie policy.

Modifica Chiudi e accetta